La nostra amata Italia è al secondo posto, dopo la Spagna, per produzione di olio EVO (Extra Vergine di Oliva). La produzione mondiale di questo prodotto ammonta a circa 2.5 milioni di tonnellate, di cui ogni anno, solo in Italia, si producono più di 550 mila tonnellate di olio di oliva, una produzione leggermente più bassa rispetto alla richiesta del mercato mondiale.

La realtà dell’olio Evo in Italia

Come già accennato nei precedenti articoli la pianta di olivo necessità di un clima mite e quindi non eccessivamente freddo. Ad oggi, in Italia, vengono coltivati circa un milione di ettari di olivo di cui la zona di maggior produzione, di Olive e  Olio extravergine di oliva, è al Sud Italia dove Puglia, Sicilia, Calabria, Sardegna, Basilicata e Campania occupano più dell’85% di tutta la produzione nazionale con l’olio Pugliese al 1° posto del podio, seguito da Calabria e Sicilia.

Come nascono la frode dell’extravergine italiano e truffe dell’olio

Nonostante ciò l’industria olearia del nostro Paese ha la necessità di acquistare all’estero l’olio di oliva per far fronte alle richieste dei consumatori.

Questo fenomeno è dovuto anche dal fatto che importare olive e olio di oliva risulta meno dispendioso che incentivare e finanziare la produzione nel nostro Paese.

E’ da qui che nascono le frodi e le truffe sull’olio extravergine di oliva; difatti molti olii provenienti dalla Spagna o dalla Grecia vengono venduti come oli di oliva prodotti in Italia e invece quelli provenienti dalla Tunisia o dal Marocco vengono immessi sul mercato come olii di oliva prodotti con olive provenienti dalla comunità europea, per poi essere a loro volta rivenduti nei supermercati a prezzi molto bassi che vanno di pari passo con la qualità dell’olio stesso. Bassa!

Le maggiori truffe si hanno con l’impiego dell’olio di semi (della quale non si conosce la provenienza e la qualità) che unito alla clorofilla e al betacarotene o addirittura trasformando l’olio lampante (olio non commestibile prodotti con gli scarti di lavorazione delle olive e utilizzato come combustibile), si riesce a dar vita ad un olio venduto come extravergine ma che tale non è.

Cosa fare per non cadere in queste truffe ed evitare la frode dell’extravergine italiano?

  1. LEGGERE ATTENTAMENTE L’ETICHETTA. Da essa possiamo ottenere molte informazioni come il metodo di estrazione, la provenienza del prodotto, lotto e luogo di produzione coltivazione selezione delle olive e trasformazione di esse in olio E.V.O.
  2. ATTENZIONE AI PREZZI BASSI. Un prezzo troppo basso indica un prodotto di scarsa qualità. Un olio al di sotto degli 8 – 9 euro a litro difficilmente potrà essere definito come un olio extravergine di qualità.
  3. Preferire un prodotto 100 % MADE IN ITALY.
  4. Acquistare da piccoli e medi produttori.

Siete alla ricerca del miglior Olio E.V.O. di Peranzana della Puglia? Prenotate il nostro olio extravergine di oliva Dauno, sarà una scelta vincente sulle vostre tavole.

Categories: Olio e olive

Call Now ButtonChiama ora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Puoi leggere l'informativa privacy a questo link maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close